Tecnica Ducati MotoGP: valvola delle sospensioni

Come si è visto nei test di Sepang, Danilo Petrucci ha provato delle nuove componenti, ma a cosa servono?

I test di Sepang (se volete rinfrescarvi la memoria, ecco come sono andati) per il team Ducati sono stati molto buoni per quanto riguarda il passo gara. Inoltre, su entrambe le Ducati, sono state testate delle nuove componenti  che, tutt’ora, ne risulta misterioso il funzionamento. Il primo che andremo ad analizzare è questa valvola delle sospensioni.




La valvola delle sospensioni applicata sulla Ducati di Danilo Petrucci
La valvola delle sospensioni applicata sulla Ducati di Danilo Petrucci

Installata sulla piastra di sterzo,  dalle poche cose che possiamo vedere ed analizzare, sembra che ci sia un blocco al mono-ammortizzatore

Il suo funzionamento sembra proprio essere così: durante l’accelerazione il mono-ammortizzatore non lavora. Appena il pilota chiude il gas, la valvola si dovrebbe sganciare. L’unica cosa certa è che non è una componente elettronica. Ricordiamoci, comunque, che le sospensioni non si possono toccare da regolamento, ovvero, non al suo interno come può essere nel caso delle forcelle anteriori (le quali sono fornite da Ohlins a scatola chiusa).

Questa soluzione, inoltre, viene adottata anche in ambito del motocross, più precisamente alla partenza dai cancelletti.




 

Federico Gallina

Ciao a tutti i lettori! Sono da sempre appassionato al mondo delle due ruote, una passione che nasce sia dal papà (motociclista dentro), tifoso di Max Biaggi; sia dal nonno, il quale mi aveva fatto fare per la prima volta la sua girata sul suo scooter. Per 10 anni della mia vita, però, sono stato portiere di calcio, col sogno di poter correre in moto un giorno. Il 20 gennaio 2017 ho aperto la pagina facebook di Informoto, una pagina che parlava di tutto il mondo delle due ruote. Nel 2018 ho realizzato il mio sogno di correre in moto (TORM). Eccomi, questa è la mia vita in breve fino ad ora.