Petrucci parla della Ducati e della sua gara a Brno

Danilo Petrucci ha concluso la sua gara a Brno all’ottavo posto, gare così possono capitare ovviamente, questo però non attenua il suo dispiacere per questa Gran Premio che al momento risulta essere per lui il peggiore da quando è in sella alla Ducati ufficiale.




Nell’intervista post-gara in Repubblica Ceca Danilo esprime tutta la sua voglia di lottare per le posizioni che più contano in ogni gara, infatti dice:

Dalla prossima gara bisogna cercare di tornare a lottare per i primi cinque come abbiamo sempre fatto. L’unica nota positiva è che oggi sono stato davanti a Viñales, che sicuramente ha avuto più problemi di me. Ma non possiamo guardare quelli che vanno peggio, dobbiamo guardare quelli che vanno meglio. Mi dispiace moltissimo per la squadra che ha fatto il massimo, sono contento per Andrea e per Jack. Guardiamo avanti, purtroppo è arrivata la prima gara negativa, la peggiore dell’anno, non devo mentire. Speravo non arrivasse mai, ma è arrivata. Ho portato a casa punti e limitato danni, ma per essere terzi nel mondiale non si possono fare gare del genere“.




Continuando poi ha espresso meglio quale secondo lui è stato il problema di questa gara. In realtà sembra più un problema che si è manifestato più di una volta. Petrucci dice:

Ogni volta c’è il toto gomme prima di partire e quando non abbiamo tempo di provarle tutte partiamo un po’ alla cieca. A posteriori si potrebbe dire che era meglio la gomma soft, poi magari negli ultimi dieci giri sarei crollato. Avrei potuto fare come Rins, ma lui ha fatto quarto, non ottavo. I test? Voglio trovare una soluzione, soprattutto voglio che questa gara serva per far meglio in Austria. Se guardiamo ai giri, siamo stati lenti rispetto all’anno scorso e generalmente so che quando non c’è molto grip, faccio fatica. Invece sono molto veloce quando c’è grip, ad Assen ho fatto il record della pista. Ma quando cambia la temperatura anche la nostra moto cambia molto

Insomma il problema risiede nella scelta delle gomme e di come questa influisce sul grip in pista. Si spera che nei test si riusciranno a trovare soluzioni efficaci che permettano alla Ducati di essere più competitiva in tutte le pista del Campionato.

In ogni caso ci sentiamo di dire che Petrucci sta disputando un buonissimo Campionato mondiale e vogliamo rivederlo a lottare per il podio nelle prossime gare. Forza Petrux e Forza Ducati.





Andrea Disanto

Appassionato di moto da sempre tifoso di Andrea Dovizioso scrivere è il mio hobby. Profilo Linkedin Profilo Instagram Andrea Disanto